News e offerte

TFR in busta paga, cosa fare?

TFR in busta paga, cosa fare? | Lazzaro Assicurazioni

Tra le tante novità contenute nella manovra finanziaria per il 2015 alcune riguardano anche la previdenza complementare.

La prima misura rilevante è quella del c.d. "Tfr in busta paga". Da marzo 2015 i lavoratori, con almeno 6 mesi di anzianità presso lo stesso datore di lavoro, potranno ottenere il Tfr maturando in busta paga, mese per mese, e con previsione di irrevocabilità fino al 30 Giugno 2018.

Come comportarsi di fronte a questa novità? Ecco alcune informazioni importanti che è bene sapere.

Come viene tassato

Quando viene riscattato sotto forma di liquidazione, il trattamento di fine rapporto viene tassato con un meccanismo un po' complicato, che tiene conto dell'aliquota media applicata sullo stipendio del lavoratore negli ultimi 5 anni (in molti casi il prelievo è del 23%). Se il Tfr viene viene destinato alla previdenza integrativa, c'è invece una tassazione ultra-agevolata che arriva sino al 15% della rendita maturata e scende progressivamente sino al 9%, man mano che aumenta la lunghezza del piano di risparmio realizzato dal lavoratore. Se il dipendente si fa invece liquidare il Tfr sulla busta paga, gli incrementi di stipendio subiranno invece la tassazione ordinaria, cioè saranno soggetti all'irpef e dunque penalizzati dal punto di vista fiscale. 

Più tasse da pagare

Non va dimenticato che l'irpef è un'imposta progressiva, con delle aliquote che variano tra il 23 e il 43% e crescono all'aumentare del reddito. Gli  aumenti di stipendio generati dal trasferimento del Tfr in busta paga faranno dunque pagare molte più tasse ai lavoratori, di quelle che versano oggi tenendosi invece la liquidazione nelle forme tradizionali. Esempio: se un dipendente guadagna 1.500 euro netti al mese e si fa pagare sul salario anche il Tfr, gli aumenti ottenuti saranno tassati al 27%, cioè con l'aliquota marginale dell'irpef prevista per quello scaglione di reddito. L'aumento in busta paga lordo ottenuto, pari a circa 130 euro al mese, scenderà a circa 90 euro al netto delle tasse. Destinando il Tfr ai fondi pensione, invece, lo stesso dipendente pagherebbe 100 o 200 euro in meno di tasse all'anno.

TFR in busta paga, cosa fare? | Lazzaro Assicurazioni
Torna all'elenco